Monte Cervetto

Neve fradicia a perdita di vista in questo angolo della Valle Po

Giornata all’insegna della neve, sui docili pendii del Monte Cervetto. Cima facile e accessibile, molto ambita dagli scialpinisti per le vaste distese di neve. Io son salito con le racchette destreggiandomi sul fondo melmoso di una neve inconsistente e sprofondosa.
Si tratta della mia seconda uscita su racchette. Non sono la mia passione. La prima volta ho rimedito una tendinopatia con conseguente impossibilità di camminare in salita per circa quattro mesi. Questa volta spero di aver fatto più attenzione, anche se non ho ancora capito come funzionano questi infernali attrezzi. In discesa, scivolando sul fondo umido della neve, più volte la racchetta ha bloccato con il ramponcino improvvisamente la scivolata, creando un perno sulla gamba con capitombolo e testa piantata nella neve. Dinamica forse interessante, ma poco raccomandabile. Crampi sulla gamba-fulcro.
Giornata parzialmente nuvolosa, ma passata in buona compagnia. Ambiente, vetta e panorama di scarso interesse.












Annunci
Questa voce è stata pubblicata in vette. Contrassegna il permalink.

One thought on “Monte Cervetto

  1. Pingback: Monte Cervetto « Reali fantasie di nuvole, montagne, e altre amenità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...