Meteoshock!

Se negli ultimi decenni sulle Alpi in inverno dominano placidi e miti anticicloni non significa che un po’ più a larga scala non accada nulla di interessante. Ad esempio, nella settimana corrente tra la Scandinavia e la Russia viene a generarsi un anticiclone a dir poco gonfio e tronfio, con una pressione che viene a superare i 1055hPa. Sono davvero tanti hPa, dal momento che in Europa raramente negli ultimi anni ne ho visti più di 1040. Non ho una competenza per avere un riscontro preciso, ma penso che sia un piccolo record. Che avrà, come tutte le esagerazioni, delle conseguenze. Più o meno come il cenone di capodanno, per intenderci.

Quella più eclatante sembra essere rappresentata da aria relativamente fredda che dall’Atlantico sprofonda nel cuore del deserto sahariano. Dove dovrebbero prodursi delle precipitazioni. Per contro l’aria calda africana risalirà il Mediterraneo, inumidendosi ed andando a sbattere contro le nostre Alpi. Qui gli effetti saranno i più eterogenei. In alcuni luoghi aumenterà un po’ la temperatura e non succederà niente (Val d’Aosta). In altri (Alpi Marittime), potrebbe cadere molta neve, mentre l’aria calda in quota potrebbe in alcuni luoghi causare dei gelicidi. Infatti questi giorni sulla Pianura Padana sono i più freddi dell’anno, con temperature medie che superano di poco gli 0°C. Un arrivo improvviso di aria mite in quota potrebbe determinare neve nelle pianure più interne e chiuse alle circolazioni, mentre sulle Alpi esposte allo scirocco potrebbe prodursi pioggia a quote collinari. Non dimentichiamo poi che aria fredda nei bassistrati scorre dai Balcani verso le Alpi. Un gran pasticcio di eventi, insomma. Più a lungo termine potrebbe pure sbocciare già a gennaio una precoce primavera, ma questa è un’ipotesi un po’ avventata. Consiglio di seguire con attenzione i risvolti meteo nei prossimi giorni, e far caso ad eventuali notizie di piogge nel deserto africano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...