Passo delle Mangioire

Alba

Alba al Pian della Mussa

Signori, oggi è l’ultimo giorno della primavera meteorologica! Occorre chiudere la stagione scialpinistica con qualche itinerario piacevole!

È primavera sul calendario, ma par che l’inverno sia tornato – diceva Guccini in una canzone. Infatti proprio in questi giorni il vento di burian ha riabbassato la quota neve sotto i 2000m, riportando un po’ di inaspettata neve polverosa sopra i 2500m. Il Passo delle Mangioire è una stretta fenditura su di un couloir a 2768m. Allo stretto passaggio preferiamo il colle scialpinistico, un poco più in alto verso la P.ta Loson. Ebbene sì, ora non solo ci sono le vette scialpinistiche, pure i colli! Anche questo presenta un ultimissimo tratto assai ripido, ma molto più ampio e sciabile di uno stretto couloir.

Siamo partiti ancora sci ai piedi al Pian della Mussa, cercando un ponte circa 500m prima del piazzale del Rifugio Ciriè. Procedendo tra slavine epocali appare presto il Canalone d’Arnas, pista preferenziale per il Rifugio Gastaldi. Questo percorso è ormai detritico. Per il Rifugio si preferisce il Canalone delle Capre – dove l’unico inconveniente è bucare la neve e finire nel cascatone sottostante, sparendo per sempre.

La schiarita promessa da Nimbus è autentica, un rosso sole accende le pareti. Salendo, la neve primaverile si trasforma ben presto in un soffice e fresco manto bianco, con un grande sollievo per i miei sci che non riesco a mantenere in equilibrio se manca questo elemento. L’ambiente è incantevole, si apre tra gli ampi pendii della Val Saulera e le severe pareti rocciose.

I +2°C del mattino al Pian della Mussa si sostituiscono ben presto ad un caldo intenso. Ma la discesa è fantastica, su neve ben controllabile, solo appena ondulata dalle slavine. Non sono ancora le 10h30′ che siam già alla strada, ma è giusto così. Nuove nubi son previste nel pomeriggio, ma questa è una storia che non importa più.

Ciamarella

Alba sulla Ciamarella

Beccas d'Arnas

Il sole accende le pareti

Nella slavina

Primi passi tra devastazioni nevose

Rocca Tovetto

Luci e nuvole

In Val Saulera

In Val Saulera - sullo sfondo la vetta dell'Albaron di Sea

Passo delle Mangioire

Il vero Passo delle Mangioire

Ultimi metri

Ultimi metri

Polvere di neve

Sul Passo, giochi con la neve fresca

Passo delle Mangioire

Panorama al Passo delle Mangioire

Punta Rossa di Sea

I plateau di P.ta Rossa di Sea e sullo sfondo la Torre del Gran San Pietro.

Alcune foto gentilmente concesse dal compagno d’azione, JCR:

Marco di j.cr

Prima parte della salita

In vista del colle

In vista del Colle

Giochi nella neve

Perdonatelo, non ha mai visto la neve...

Eccoci!

Prosegue l'azione di j.cr

In qualche modo si scende...

jcr

jcr

Ciamarella sullo sfondo

jcr e la Ciamarella


Annunci

6 thoughts on “Passo delle Mangioire

  1. Vedo che ormai sei definitivamente caduto preda dello scialpinismo, delle sue chimere e sirene. Ti immagino tra il vento dei colli e le tormente dei canaloni, dibattere di firn, polvere, colla e meteo. Non temere forse un giorno qualcuno ti salverà da quei pericolosi epigoni che frequenti e dai loro discorsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...