Meteo: un’estate sbagliata

Da pochi giorni è iniziata l’estate meteorologica. Come succede anche per l’inverno, l’avvio della stagione è indicativo sulle dinamiche atmosferiche che si protraggono a volte per diversi mesi. L’ultimo inverno, iniziato promettendo neve sulle Alpi, ha rispettato questo presupposto.

Bene: se anche l’estate sta a questi patti, sarà per lo più pessima. Un’estate normale è infatti dominata dall’Anticiclone delle Azzorre, che estende sulle Alpi il suo influsso con deboli correnti zonali. Notiamo ora invece un’anomalia che vede il vicino Atlantico preda di profonde depressioni, che inviano correnti umide e meridionali sulle Alpi. Questa congiuntura è a volte in grado di rovinare un’intera estate, in quanto durante la stagione calda i venti meridionali sulle Alpi implicano costantemente tempo incerto.

Le uniche pause di bel tempo sono da attribuire ad una anomala spinta dell’Anticiclone sub-tropicale di matrice africana, che potrebbe determinare alcuni periodi molto caldi e afosi.

Annunci

4 thoughts on “Meteo: un’estate sbagliata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...