Freddo e caldo

Animali da cortile

Notizie da Cafasse Meteo. Nella notte tra il 18 ed il 19 è caduta la prima spolverata di neve della stagione. Le temperature minime sono sui valori normali che si registrano ogni anno durante gli episodi freddi, ma ad esser notevole è stata la temperatura massima del 18 dicembre: -2.9°C. Una giornata nebbiosa, con sostituzione di nuvole in serata e leggero nevischio. L’ultima giornata di gelo, con temperature negative giorno e notte, era stata il 14 dicembre 2001. In quell’occasione inserita non in un contesto di un rapido episodio, ma di un lungo periodo freddo con temperature notturne prossime ai -10°.
La temperatura più fredda del secolo risale invece al marzo 2005, con -11.6°C a coronamento dell’ultimo inverno freddo che ci sia stato.

Nondimeno, anche  il 18 dicembre 2009 è da considerare rilevante, per la temperatura massima. Per trovare in passato valori massimi diurni più bassi occorre tornare al dicembre 1996. Anche in questo caso si è trattato solo di un episodio, benché di una decina di giorni, sostituito a gennaio da una precoce primavera. Non prima di depositare una trentina di centimetri di neve, accumulo da allora non più eguagliato. Pure quello del 1995/96 è stato un inverno fresco e umido: più di venti episodi di neve a Torino, circa 30cm di neve depositata qua in provincia. Andando indietro negli anni son sempre più frequenti gli episodi o i periodi freddi, epocali quelli degli anni ’80. Ma negli anni del XXI secolo se ne possono annoverare veramente pochi e con temperature di punta via via più elevate. Così anche i giorni che stiamo vivendo diventano assai rilevanti.

I prossimi giorni (a partire da lunedì) saranno altrettanto interessanti a livello evolutivo. Un improvviso richiamo di aria afromediterranea provocherà un rialzo termico che in quota potrà sfiorare i 20°C in un paio di giorni (da -15°C a +5°C @ 850hPa – fonte GME/DWD)! In un attimo si passerà da un tempo decisamente freddo ad uno decisamente caldo per la stagione.  L’atmosfera sarà molto variabile, umida, con frequenti pioviggini; possibili modesti accumuli di neve in montagna. Poichè siamo presso il solstizio, visto l’improvviso e notevole rialzo termico, potrebbero verificarsi episodi di gelicidio in pianura, con inversioni termiche. Successivamente l’inverno dovrebbe terminare l’anno con le temperature miti cui ci aveva abituati.

Annunci

2 thoughts on “Freddo e caldo

  1. “In un attimo si passerà da un tempo decisamente freddo ad uno decisamente caldo per la stagione. L’atmosfera sarà molto variabile, umida, con frequenti pioviggini; possibili modesti accumuli di neve in montagna”

    Proprio sicuro che saranno modesti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...