Dieci anni d’aria

Con il 2010 si sono conclusi i primi 10 anni di osservazioni meteorologiche tramite la centralina meteo personale di Cafasse (408m). Nell’ottobre 2001, fresco di laurea, mi toglievo infatti la soddisfazione di cominciare a registrare le vicende atmosferiche.

Da allora l’impianto è cresciuto, con il seppur tardivo arrivo di Internet ho consolidato un software per statistiche e diffusioni on line. Poi, negli ultimi anni, è anche arrivata la webcam. Il tutto condito di problemi, perdite di connettività, nuove soluzioni e adeguamenti. Per fortuna le perdite di dati sono state molto limitate.  Un bel fastidio, la Stazione Meteo, ma anche una bella soddisfazione per chi segue le curiosità troposferiche.

Sono convinto che questi dati abbiano senso solo se presi globalmente, in forma di statistica. Ed è così che possiamo osservare un decennio mite, se non addirittura caldo. Negli inverni distante come un malinconico ricordo da quelli degli anni ’80 plasmati dal gelo continentale, per non parlare di alcuni anni rigidi del dopoguerra.

Ma se vogliamo riepilogare questo decennio in pochi eventi, ecco quelli più vistosi:

  • il freddo dicembre 2001, con una tempesta di neve ed una minima di -10.8°C, mai più uguagliata in questo mese.
  • l’incredibile agosto 2003, caldissimo, con una massima di 38.3°C.
  • il 6 agosto 2008, con 109mm di acqua in poche ore.

Vediamo ora un riepilogo più dettagliato di quel che è successo negli ultimi 10 anni dall’ottobre 2001.

Pioggia

Mensile – Il settembre 2006 con 358.1mm. Da notare anche il dicembre 2008 con 268.5mm, valore inusitato per le medie di questo mese.

Annuale – Il 2002 con 1508mm. Segue il 2010 con 1429.9mm.

Quotidiano  – Il nubifragio dell’agosto 2008.

Temperatura

Freddo

Il mese più freddo lo dobbiamo ricercare proprio ad inizio osservazioni. Il dicembre 2001 è infatti il più gelido di questo decennio, sia a livello mensile che in assoluto, con una media di 0.5°C. Ma negli anni ’80 si registravano in zone limitrofe a questa addirittura medie negative, giusto per avere un termine di paragone.

La media di 0.5°C la ritroviamo anche nel gennaio 2010. In questo caso, più che le avvezioni fredde son state le nebbie a tener basse le temperature.  Soprattutto massime (i -3.0°C del 22 gennaio rappresentano il record di freddo per la temperatura massima). Una nebbia un tempo normale in inverno, e ora così episodica da esser ricordata solo nel gennaio 2010. Da notare anche che la temperatura minima assoluta di gennaio è di soli -9.1°C (2002), che avvalora una mancanza di rigore in quello che è il mese più freddo dell’anno.

La temperatura più bassa registrata in questi ultimi 10 anni è di -11.6°C, il 2 marzo 2005. Tale temperatura si verificata in seguito ad una perturbazione antizonale, con neve fresca che produce un forte albedo in seguito ad un repentino rasserenamento notturno senza vento. Le perturbazioni antizonali, un tempo frequenti in inverno, nell’ultimo decennio sono state così episodiche da ricordarle solo in questo fenomeno (già fuori stagione) e nel dicembre 2001.

Sulle nevicate non sono stati registrati dati precisi. L’ultimo decennio è comunque stato piuttosto avaro di questi fenomeni, non si sono avuti accumuli degni di esser ricordati. Per avere un accumulo superiore a 25cm occorre tornare ai primi giorni del 1997.

Caldo

In inverno il vento di föhn è il principale deputato al repentino e drastico riscaldamento dell’aria. Il gennaio 2007, già di per sè molto mite, è stato omaggiato il giorno 19 da un vento di föhn a 82.1Km/h ed una temperatura che ha raggiunto i 26.3°C. Ricordo disorientato la mia passeggiata sul Monte Vaccarezza, in quei giorni strani, con maglietta e pantaloncini corti!

Ma è ovviamente in estate che il caldo ha prodotto i suoi frutti. Il luglio 2006 viene ricordato per una temperatura media di 24.9°C (massima di 35.5°C). L’agosto 2003 ha prodotto anche qui il caldo ben noto in tutta Europa. La media è stata di 25.4°C (il mese più caldo mai vissuto), con una punta di 38.3°C. Da notare anche il maggio 2009, con ben 18.3°C di media, e poi l’aprile 2007 (15.5°C di media e 28°C di massima). Non male anche l’ottobre 2004, con 16.2°C.

Potete trovare tutti questi dati qui.

Annunci

2 thoughts on “Dieci anni d’aria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...