Bagheera

Bagheera - prime lunghezze

Ma come fa a stare appeso in quella posizione?

Quando le più alte pareti di Rocca Sbarua e dei Denti di Cumiana sono immerse nelle umide nebbie, la Rocca Barale offre una divertente salita tra placche, tetti e muri. Con possibilità di rapida ritirata in doppia.

Immersa nei boschi del pinerolese si sviluppa con una lunga parete caratterizzata da una placca iniziale molto liscia e uniforme, cui segue un’impennata finale. La roccia, un tipico gneiss fine ed esfoliante, è simile a quella di Rocce Baciasse. Saliamo Bagheera, una breve via di 6 lunghezze (5), protetta a spit un po’ parsimoniosi. Più che dominare la difficoltà tecnica occorre calma e concentrazione. Oltre che una buona aderenza. La roccia è comunque entusiasmante e non tradisce mai. Ad una fase iniziale di placca segue una più classica ed eterogenea serie di traversi, muretti, fessurine e tetti.

Oggi sulle multipitch c’eravamo solo noi. La pioggia ha iniziato a cadere solo al termine dell’ultima doppia. Candido e piacevole il verde primaverile delle foglie dei castagni. Giornata meteorologicamente incerta sfruttata in modo ottimale. Prima visita alla Rocca Barale grazie a Jcr, che conosce il labirintico avvicinamento.

Avvicinamento nei boschi

Avvicinamento

Bagheera - L3

Parte mediana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...