Pioggia

Un altro week-end di pioggia. Il che è particolarmente normale, dal momento che siamo ad aprile, il mese più piovoso dell’anno.

Pensate che in montagna statisticamente c’è solo un mese più piovoso di aprile: maggio. Sapete cosa ci aspetta. In realtà maggio è mese di contrasti e rovesci potenti, aprile più di pioviggini lente e grigie. Come oggi.

Noiosa la pioggia, ma ci vuole nella SUA stagione. Si passa il tempo a fare quei lavori sempre rimandati, ad ordinare pensieri e scaffali. A sognare ad occhi… bagnati, magari sorseggiando un buon earl grey!

Forse triste, la pioggia. Eppure, o giustappunto, di pioggia son piene le canzoni contemporanee.  Che dire delle Piogge d’aprile, di Guccini, dove l’autore le aspetta come un urlo o un rumore sottile fino ad esserne intriso. Piogge da prendere addosso, lavano un’anima per poter ricominciare. O forse, per dirla sempre al maestrone, piogge per respirare la linfa aspra dei monti. Montagne che tuttavia io prediligo solo con il sole, casomai qualche nuvola.

Le piogge sono anche quelle che fanno da sfondo a intrecci romanzati, movente di accadimenti straordinari. Si pensi alla pioggia di Dolcenera, o la pioggia del divertente Temporale di Brassens (consiglio la versione del grande chitarrista Paolo Capodacqua).

Inutile cercare di evitarla, come dice anche Claudio Lolli, la pioggia prima o poi ci arriverà vicina

Quel che ha di buono questa pioggia è anche la calma. Dove cade tranquillizza ogni cosa, anche gli alberi, gli animali; l’ambiente tutto è lì a dirti di predertela comoda, che oggi non c’è fretta.

Ma voglio finire questi umidi pensieri con l’incredibile Douglas Adams. Da buon inglese non poteva trascurare la pioggia. Ed ecco allora lo strampalato personaggio Rob McKenna, l’autotrasportatore che tutto dove va piove. Una persecuzione, ma ormai rassegnato l’uomo passa il tempo a catalogare tutti i tipi di pioggia, enumerandone infine oltre duecento tipi (fine, grossa, violenta, obliqua, leggera…). L’annoiato personaggio, colta la correlazione – soprattutto quando l’hanno colta gli altri! -, ha tuttavia ben presto trasformato la sfortuna in profitto, facendosi pagare per andare o NON andare in determinati luoghi. Pioggia fastidiosa a prima vista, quindi, ma portatrice di benefici se…presa dall’angolo giusto. Buone piogge!

Annunci

9 thoughts on “Pioggia

  1. Sembra che questa pioggia sia calma e non violenta come purtroppo, negli ultimi tempi, è successo troppo spesso causando grossi problemi al territorio.

    Come dici tu, è una pioggia che invita a dimenticarsi un po’ del nostro “tempo breve” che ci induce a fare tutto di corsa e sempre di fretta.

    Questa è pioggia benefica. Pulisce un po’ l’aria e le varie zozzerie che depositiamo in città.

    Questa pioggia dovrebbe un po’ ridurre il deficit idrico dei questi primi mesi del 2012 (Luca Mercalli dice che è nell’ordine del 50%).

    E poi un po’ di neve farà sicuramente bene alla montagna, i pascoli saranno più ricchi sia per la fame degli armenti che per quella dei nostri occhi che amano farsi catturare da quel verde intenso e meraviglioso che le praterie montane sapranno restituirci appena spunterà il sole primaverile.

    Vabbé, lo confesso, sono un po’ selvatico… L’Uomo Selvatico è contento quando piove perché sa che poi arriverà il “bel tempo”.

    Come ci racconta Annibale Salsa:

    “<>. L’Uomo Selvatico rappresenta, infatti, una sorta di “bastian contrario” per il fatto che è di buon umore durante le precipitazioni e di cattivo umore in presenza di cielo sereno. Ecco la spiegazione: nelle giornate uggiose vive l’attesa del ritorno del bello, in quelle serene avverte il senso della precarietà e dell’effimero.”

    http://camoscibianchi.wordpress.com/2012/02/09/la-leggenda-delluomo-selvatico/

    Adesso se ti lamenti che ti ho scritto un commento troppo lungo, non prendertela con me ma prenditela con la pioggia…
    🙂

    • Grazie Beppe, ottime considerazioni. Giusto anche non dimenticare come la pioggia sia indispensabile all’ambiente, alla vita e non solo un elemento più o meno decorativo, più o meno noioso. Il selvaij la vede lunga. E mi viene in mente – scusa il salto – Vecchioni e una sua recente canzone dove dice con coraggioso “bastiancontrarismo” mandate via questo sole, questo fottutissimo sole!.
      Qui siamo ormai a 85mm di pioggerella mensile. Praticamente normale, cosa che meteorologicamente ormai capita… di rado. Ah che bello il normale!

      (ps: per gli errori tastieristici non ti preoccupare, pare un bug del wordpress, se salti fuori dalla finestra si accorcia, poi si riallarga se ci pasticci un po’… sarà colpa della pioggia!)

  2. Grazie per aver corretto! Mi piace la citazione di Vecchioni. Riassumendo… una tazza di tè, un buon brano musicale, fuori una poggia che canticchia anche lei una canzoncina, il blog… Bello! In attesa di tempi migliori…

    Domani forse vado a vedere la mostra fotografica alla Sacra di San Michele(“Le stanze dell’anima”). E’ la pioggia… che invita anche a peregrinazioni di questo tipo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...