Pensiamo all’estate

Come l’anno scorso ci troviamo a indovinare come potrebbe essere l’estate in arrivo. Per capire quale potrebbe essere l’andamento della prossima stagione ci rifacciamo come sempre alle previsioni stagionali, ma anche all’esame delle previsioni meteorologiche dei primi giorni della stagione, quelli indicativi delle nuove configurazioni che tenderanno verosimilmente a ripetersi per lungo tempo.

In questi giorni sta finendo una primavera più che normale, assai piovosa (si potrebbe osservare che lo è soprattutto nei weekend), con continua nuova neve sulle Alpi. Anche nel prossimo weekend gli ultimi dinamismi porteranno un anomalo anticiclone a latitudini artiche, favorendo l’ingresso del burian russo sulle nostre regioni, con presumibili violente grandinate.

Una primavera piovosa volge dunque al termine. Noiosa per chi fa della montagna un piacere nei pochi giorni di tempo libero, ma ottima per l’ambiente e le attività agricole.

Terminate le bizzarrie primaverili, ecco l’estate. Le previsioni stagionali questa volta non lasciano dubbi. Sia quelle dell’NCEP che quelle del CNR annunciano una pessima estate, con temperature sotto la media e piovosità anomala. Anche se a luglio le fonti CNR vedono una possibile risalita anticiclonica, con una riduzione delle precipitazioni.

Le previsioni meteo per l’inizio della stagione anche prevedono il riproporsi del flusso da sud-ovest, che l’anno scorso ha “rovinato” l’intera estate sulle Alpi Graie. Tuttavia, almeno temporaneamente, un anticiclone afromediterraneo potrebbe imporsi con temperarure molto elevate (è possibile una prepotente ondata di calore sulle Alpi per inizio giugno, eventualmente mitigata da sviluppo di nubi orografiche). Il caldo afoso potrebbe essere un elemento di spicco per le pianure, mentre per il bel tempo in alta quota sussistono dubbi.

In ogni caso sembra essere un’estate anomala, dove ancora una volta l’Anticiclone delle Azzorre non riesce ad essere protagonista, lasciando spazio a correnti da sud-ovest o ad anticicloni di natura africana. Con questa configurazione solo rilevanti ondate di calore potrebbero salvarci da una estate prevalentemente piovosa.

Annunci

4 thoughts on “Pensiamo all’estate

  1. che allegria!
    forse queste notizie puoi risparmiarmele così evito di deprimermi prima del tempo:) io comunque sono un inguaribile ottimista e spero e credo in una bellissima estate!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...