Plaisir in Val Grande di Lanzo

Su Ribelli si nasce

Sulla fessura fuori misura di Ribelli di nasce, ai Torrioni del Biollè.

In Val Grande di Lanzo due sono i posti per eccellenza in cui praticare (anche) arrampicata plaisir.

I Torrioni del Biollè si trovano presso gli Alboni, ridente località alpestre sopra Groscavallo/Pialpetta. La roccia è più che eccellente, un ottimo gneiss che offre fessure, diedri e placche. Ieri con Renato saliamo la via Berta (una delle mie prime vie provate al Biollè!) e poi la bellissima Ribelli si nasce aperta da M. Blatto. L’unico difetto di questi Torrioni è che hanno poco sviluppo.

A Lities a volte la roccia è un po’ più mediocre, ma ci sono grandiosi ambienti e sviluppi. Torno con Paolo a fare il Mago di Oz, almeno fino al penultimo tiro, approfittando di una giornata incerta e nuvolosa (a Lities fa caldo in estate). Qui invece ringraziamo G. Scarca e R. Giustetto (negli ultimi anni soprattuto quest’ultimo), per aver aperto, chiodato e mantenuto tante vie eccezionali.

Sotto il tetto

All’ombra di un tetto, sulla via Berta ai Torrioni del Biollè.

Pinaiolo rampicante

Un pinaiolo che arrampica sulla via Berta.

Mago di Oz

Lunga vita, lunga vita, tre hurrà per il mago di Oz!

Quasi fatta

…a Lities.

Annunci

6 thoughts on “Plaisir in Val Grande di Lanzo

  1. A prescindere dal fatto che uno può andare dove vuole, io penso che un luogo come questo meriterebbe altra sorte che una mitragliata di spit, esistono belle fessure interamente proteggibili e poche placche non proteggibili, prerogativa di un luogo trad almeno in buona parte. Mi stupisco che la mitragliata l’abbia fatta chi con orgoglio rivendica un altro alpinismo o quantomeno un alpinismo fatto anche di esperienze interiori oltrechè di moschettoni. Il problema è la quota? Lì si può e duemila metri più in su non si deve? Etica usa e getta?

  2. Conosci molto poco la storia del Biollè caro anonimo, dove Motti piantò i primi pressione…Conosci anche molto poco evidentemente le mie esternazioni a riguardo di “ciò che è stato fatto in passato”, lo scopo con cui è stato fatto, oltre alla libera e spontanea dichiarazione di colpa “di chi l’ha fatto”. Oggi Fessura Motti non la spitterei più e nemmeno il Gruppo Utopistico, dove ho sempre detto che io ho deciso in quel caso molto poco…ha deciso il gruppo.
    Su Masoko Tanga? Ti rammento che è una via nuova, con pochissimi metri di fessura, così come “Ribelli si nasce”. Aveva senso in un posto come il Biollè lasciare 5 metri di fessure sprotette? Oggi ti direi di si, ieri ti avrei certamente detto di no… Il mondo cambia, le opinioni pure.
    Comunque in generale sono daccordo con quanto affermi, ma adesso non schiodo…sarebbe ipocrita. Mi becco le critiche che posso meritare e respingo quelle “faziose” e forzate…Forse un pò come le tue che ti nascondi dietro l’anonimato. Ed ha ragione Marco…gli anonimi sono sempre in fondo un pò vili
    esattamente come gli schiodatori anonimi…
    In ogni caso se vuoi, tra un pò posterò la relazione dell’ultima via aperta nel 3° vallone di Leitosa, dove se sei un vero traddista potrai trovare pane per i tuoi denti (sempre che poi tu li abbia). Non è escluso poi, che fra un pò di tempo si possa fare qualche passo indietro anche al Biollè, ma solo se sarà cosa condivisa. Ciao ciao signor “fantasma”…

    M.B.

    • Ciao Marco,
      avevo scritto che li levavo i commenti anonimi, ma son sempre troppo pigro nel fare il filtro 🙂 Consiglierei di non dar troppo retta ai provocatori senza volto.
      Se posso dire la mia opinione penso che tu sia molto intransigente con te stesso: nell’ieri del Biollè hai fatto un ottimo lavoro, e poi in fondo nella Fessura Motti hai lasciato un bel tratto sprotetto dove è facile integrare con friend, cosa per altro nota e documentata. A prescindere dalla mia opinione sullo spit, penso che le tue posizioni attuale e passata siano ugualmente rispettabili e apprezzabili.

      Buone montagne e buon agosto!

  3. caro M.B, per principio sono contrario allo spit e pure al vecchio pressione anche quando piantato da Motti, vi è comunque la gran differenza che a quei tempi si bucava a mano per cui l’uso era certo ridotto, oggi col trapano è diventato più facile. Per me si passa dove si può o dove si riesce. Non c’entra nulla trad o storico e non c’entra nulla nemmeno l’esercizio dei muscoli che sembri voler fare con la proposta della tua nuova via, non necessariamente debbono esistere solo vie dure (magari anche più dure di quelle che apri tu) e prova ne sia il fatto che le grandi classiche sono su gradi ampiamente intermedi. L’anonimato è consentito da questo blog, la viltà non ha nulla a che vedere con lo scrivere due bischerate come le mie, si tratta di ben altro.

    • Nella via nuova non ho parlato di gradi (anche se è duretta) ho solo detto che è tutta “tradizionale” soste comprese. Fatto che date le tue esternazioni dovrebbe riscontrare il tuo favore. Per quanto riguarda la quota, la tipologia di ambiente e l’etica, per quanto mi riguarda una belle differenza c’è eccome! Tant’è che non solo io non ho mai aperto una via a spit in “montagna” ma ho usato solo protezioni veloci (Leitosa – Francesetti – Clavarino – Bosse de la Momie ecc… ecc…). Il Biollè, come altri terreni è e resterà una palestra di roccia, dove l’evoluzione dei materiali e la natura della frequentazione, ha alquanto allontanato dall’idea di wilderness. Oggi è ipocrita rinnegare lo spit che in vent’anni ha permesso, nel bene e nel male, che certi luoghi cadessero nel dimenticatoio, ma si può invece affinare una diversa sensibilità. Che nel mio caso poi, è allineata storicamente a moltissimi chiodatori e apritori non certo fautori del plaisir. Non dico di avere il verbo, ma spesso chi pretende di averlo è un mero ripetitore che non si è mai esposto e nemmeno piantato un chiodo.
      Concordo sul passare dove si può e si riesce, che per me vale in senso assoluto in alta montagna e diversamente in basso. E pure lì tendo a migliorarmi sempre più facendo a meno dello spit. Se capisci questo ok, altrimenti è chiaro che vuoi soltanto polemizzare con me. E va bene così…

      M.B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...