Gran Bernardè, il ritorno


È esplosa la primavera, in puntuale anticipo come d’abitudine in questi anni miti, puntuale anche in relazione alle previsioni stagionali dell’NCEP, che promulgano la fine dell’inverno entro dicembre. E così iniziamo le sciate primaverili su neve trasformata! L’obiettivo è il Monte Gran Bernardè, un vero viaggio tra valloni incontaminati, ometti ancestrali e lo sterminato caratteristico pendio sospeso.

Anzichè passare da Pianardi, questa volta prediligiamo l’itinaraio dai Chiappili per il Vallone della Vassola. Questa scelta impone un po’ di avvicinamento, ma offre una affascinante eterogeneità di ambienti attraversati.

Si sale a piedi fino ai ponti della Vassola, e ancora oltre fin sui pascoli superiori. La neve è molto scarsa, rispetto alla sciata del 2011 escono tante  più pietre. In alcuni punti manca proprio la neve, così occorre scegliere bene il punto di salita (e di discesa). Sugli ultimi cinquanta metri, più pietrosi, manca addirittura la neve, ma si sale comodamente a piedi.

Non so come descrivervi come ci si sente quassù. Ci troviamo in mezzo ad ambienti selvaggi e dirupati, dove volano aquile che svaniscono repentine tra immani pareti rocciose, mentre sulla neve troviamo tracce di volpi, ungulati, pernici e galli forcelli. Non mancano cospicui branchi di camosci. E una lepre artica più bianca della neve.

La discesa non delude: nonostante sia tutto uno slalom tra le pietre, la neve è ormai primaverile e non si tocca sotto. Imbocchiamo il canalone ombroso che sbocca tra i due ponti della Vassola: anche qui la sciata non è male, ad un fondo duro si sovrappone una spanna di neve polverosa che agevola la ripida discesa. Arriviamo al ponte riscoprendo un sole cocente e rilassante. Una bella fatica, ma lo stare quassù allegerisce ogni affanno.

Gita pensata e programmata dalla Compagnia dei Viaggi del Cammello, in particolare dal Cammello (Ale) in persona! Oggi con Andrea, Clà&Gigi, Gp “ventefioca” (che ringrazio per aver creduto in questo itinerario dopo il sopralluogo estivo), Paolo, Ziano “flippangher”. Per il video accontentatevi (consiglio la visione a pieno schermo in 1080p), oggi mancava il regista Jcr, a cui dedichiamo la discesa nel canalone.

Annunci

5 thoughts on “Gran Bernardè, il ritorno

  1. Pingback: Gran Bernardè – a volte ci ritornano « Ventefioca

  2. Ma quei “baluardi sul precipizio” ???

    A cosa potevano servire?

    Se hai la foto originale (ingrandibile), me la invii tramite mail? Così gli do’ un’occhiata?

    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...