Colle dell’Albergian

Verso il Grand Miuls

Verso il Grand Miuls

Dal momento che nel weekend si stanzia la fiera dei fenomeni meteorologici, strappiamo un venerdì per un gitone d’eccezione. Ovvero il cosiddetto Giro dell’Albergian in Val Chisone.

In breve da Pragelato, con gli impianti si arriva sotto il Morefreddo. Si attraversa al Colle del Pis, breve discesa e con una ripellata si sale anche al Grand Miuls (2970m). Ridisceso questo monte si attraversa al Colle dell’Albergian (breve ripellata o sci a spalle). Una lunga discesa di circa 1800m nel Vallone Cristove porta a Fenestrelle, dove conviene lasciare un’auto.

Lo scarso dislivello in salita non lasci fraintendere: si tratta di uno sviluppo davvero notevole, con una discesa articolata a lunga.

Oltre il Morefreddo si resta davvero disorientati dal nuovo scenario che offre l’ambiente: un’ampia valle, chiusa dal Colle dell’Albergian, con ai fianchi la Fea Nera e il Grand Miuls. Gli spazi sono davvero vasti e spettacolari, si fa fatica a pensare che possa esistere un simile ambiente prima di arrivare al Colle del Pis, dove lo sguardo resta attonito.

Il Grand Miuls offre ampi, ripidi pendii di neve primaverile durissima, tutto un gran traverso verso la vetta. Il panorama è estesissimo: Monviso, Delfinato, Monte Bianco, Monte Rosa… si fa prima ad elencare cosa non si vede. In cima abbandono i miei amici ripidisti: me la faccio ripetutamente addosso solo a vedere dove scendono. Mi avvio lungo il percorso fatto in salita: tutto un gran traverso verso valle. Ad un certo punto scendo troppo e mi trovo su dei precipizi. Bisogna attraversare, invece. Come sciata forse non è il massimo: la neve è durissima e nocciolosa, un vibratore.

Dal Colle dell’Albergian inizia il discesone senza fine. Si tratta di uno di quegli itinerari che prediligo. Un lungo, dolce vallone dallo sviluppo sinuoso, dove ad ogni curva nuovi scorci e pittoresche visioni si alternano a pianori luminosi. Dopo un tratto ventato anche la neve diventa primaverile e divertente. La parte finale prevede una stradina nel bosco. Senz’altro una discesa dove il piacere dell’ambiente si alterna e prevale al semplice gusto della sciata. La neve non è firmata, ma le sensazioni che si vivono sì. Fantastico!

In vista del Morefreddo

Primi passi in vista del Morefreddo

Dal Colle del Pis: il Grand Miuls è sulla sinistra

Dal Colle del Pis: il Grand Miuls è sulla sinistra

Panorami

Panorami

Panorami

La vista dal Grand Miuls

Grand Miuls

Grand Miuls

Arrivati!

Arrivati!

Arrivo in vetta

Arrivo in vetta

Albergian: la vetta

Il Monte Albergian. Prima o poi…

Perdita di vista

Dalla vetta, perdita di vista…

Colle Albergian e vallone di discesa

Colle Albergian e vallone di discesa

Oltre il colle

Oltre il colle

La discesa

La discesa

discesa nel vallone

discesa nel vallone

Arrivano gli alberi

Arrivano gli alberi

Ultimi tratti

Ultimi tratti

Gran muraglia!

La Gran Muraglia!

È stato un privilegio ed un piacere essere qui con Enrico, Enzo e Jcr. A loro devo la scoperta di questo superbo itinerario della Val Chisone che riempie di compiaciuta soddisfazione un’intera giornata. Complessivamente una delle gite migliori. Un salutone a Walter che è dovuto scendere subito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...