Becca di Gay

Becco Meridionale

Il Becco Meridionale della Tribolazione

La Becca di Gay è una delle cime poste nel cuore del Parco del Gran Paradiso, a dividere la Valnontey dalla Valle Orco. Famosa per la parete nord ed il canale Baretti, presenta tuttavia anche una più semplice via normale, molto apprezzata dagli scialpinisti.

Come ormai d’abitudine ne approfitto per confondermi tra gli scialpinisti veri per venire a visitare questi selvaggi ambienti. L’avvicinamento sfrutta un primo giorno con gli sci a spalle dal Lago Teleccio al Rifugio Pontese. A dir la verità negli ultimi anni la strada della diga non viene più aperta, così tocca partire intorno ai 1800m, dove la carreggiata è ostruita da una valanga.

Dopo una notte stellata di vento impetuoso, la mattina si presenta calma e serena. Un ottimo presupposto per il gelo notturno. La neve è già presente sulla muanda. Superato il piano si presenta un bel valloncello dove un sole fiammeggiante accende la vetta del Becco Meridionale della Tribolazione, che fa capolino come una lampadina accesa oltre le morene.

Per accedere ai pendii sommitali occorre salire un canalino valangoso, dal fondo piuttosto irregolare, che obbliga a togliere gli sci. Si giunge così al ghiacciaio sospeso sopra il Lago della Losa, lungo il versante sud che precede la cima. Le “facili roccette” menzionate dalla vecchia “Nuova guida scialpinistica del canavese” sono coperte da un uniforme e ripido pendio di neve che arriva fino in cima.

Non ci sono parole per descrivere compiutamente l’immenso panorama che si apprezza quassù, e nemmeno l’aspra varietà degli ambienti che si attraversano, dove incombono picchi di gneiss protogino i cui cristalli brillano già al primo sole del mattino.

In vetta il vento è freddissimo, mille metri sotto di noi un puntino rosso tra i ghiacci disegna il Bivacco Borghi. Lo sterminato panorama è fantastico!

Basta scendere pochi metri per ritrovare un caldo sole. La discesa è bellissima, a prescindere dal tratto del canale che non ho avuto il coraggio di sciare. Probabilmente ho già sceso pendii così ripidi, ma oggi la vocina interiore e la paura dei consueti voli carpiati con doppio avvitamento mi hanno fatto desistere. Sul pianoro finale del rifugio mi attardo ancora a fotografare grandiose valanghe che si confondono nella primavera di calme acque, tra anse e rigagnoli luccicanti.

Becca di Gay e Roccia Viva

Becca di Gay e Roccia Viva viste il 30/7/2008 dal Becco Meridionale della Tribolazione. E` evidente la parte alta dell’itinerario sul ghiacciaio sospeso. In basso il Lago della Losa.

Lago del Teleccio

Dai pressi del Rifugio, il Lago del Teleccio

Primo sole

I primi raggi accendono la vetta del Becco Meridionale della Tribolazione

Canale

Sullo sfondo il canale che conduce al ghiacciaio sospeso della Becca di Gay

Monte Nero

Il Monte Nero

Becchi della Tribolazione

I Becchi della Tribolazione

Pianoro

Il pianoro dell’ex ghiacciaio della Roccia Viva ai piedi del canale.

Salendo

Salendo il canale

Canale

La parte intermedia del canale

Canale

Quasi arrivati

Un nuovo versante

Eccoci quindi sul ghiacciaio sospeso

Ciottoli

Alcuni fastidiosi resti di valanghe

Liscio

Ma gran parte del pendio è liscio e regolare

Vetta

Il flippangher aspetta già in vetta

Arrivo

Ben presto ci siamo tutti.

Panorama

Panorama sulla Valnontey e le principali vette, dal Velan al Cervino

Panorama

Sguardi verso la Roccia Viva e gli apostoli.

Gran Paradiso

Il Gran Paradiso con il Ghiacciaio della Tribolazione

Discesa

Il primo tratto è molto ripido e io lo scenderò a piedi

Sguardi

Ancora uno sguardo a questo ripido tratto

Discesa

Tratti della discesa

Arrivo al Rifugio

Ritorno al Rifugio Pontese. Alla prossima!

È stato un grande piacere condividere questa gita con Claudio “claus” &C, una nutrita compagnia di simpaticissimi scialpinisti. Grazie anche a Ziano “il flippangher” che mi ha anche aspettato mentre zampettavo nel canale. Una nota di merito per l’ottima gestione e cortesia al Rifugio Pontese. Grazie infine ad una giornata così straordinariamente bella e soleggiata, e all’immensa selvaggia beatitudine che regna in questo angolo del Gran Paradiso.

Annunci

3 thoughts on “Becca di Gay

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...