L’inverno da decifrare

Rieccoci alle porte dell’inverno. La prossima settimana infatti entreremo ufficialmente nella nuova stagione dal punto di vista meteorologico.

Ma prima di giocare ad indovinare le previsioni meteo stagionali, un breve premessa.

L’ultima estate ha di nuovo riservato qualche sorpresa rispetto alle tuttavia incerte previsioni, in quanto caldo e bel tempo hanno prevalso soprattutto nella seconda parte della stagione.

Un dato sembrava in questo anno delinearsi, un cambio di tendenza nei valori pluviometrici. Il 2016 sembrava infatti indirizzato a chiudersi sotto i 1000mm annui di precipitazioni. Anche l’autunno fin nelle ultime settimane è stato piuttosto siccitoso. Poi, come a volte accade, un destino riparatore porta la pioggia di tre mesi in una settimana. Dal 21 al 25 novembre cadono infatti oltre 275mm di acqua, oltre i 2500m la neve in alcune zone delle Alpi Graie Meridionali supera i due metri e mezzo di altezza.

In tutti questi numeri, solo una tendenza non stupisce più e non viene mai disattesa: fa sempre più caldo.

Veniamo ora alle “previsioni” per le nostre zone. Mentre l’anno scorso la lettura era molto semplice, ed infatti abbiamo avuto un vero e proprio anno senza inverno, questa volta la situazione è leggermente più imprecisa, ma non troppo.

Le previsioni NCEP (CFSv2) oggi non esitano a delineare un inverno caldo e siccitoso, con uno scoppio anticipato di primavera nella parte finale. Quasi come l’anno scorso. Le analisi ECMWF sono invece più prudenti, non nella siccità, quanto nelle temperature: miti, ma nella media degli ultimi anni e con possibili sorprese.

Se poi analizziamo i primi giorni dell’inverno, quelle raggiungibili dalle previsioni a lungo termine, notiamo un campo anticiclonico subtropicale che nella prima decade di dicembre ci protegge da influenze depressionarie, garantendo temperature molto miti soprattutto in montagna. Unica incerteza, la possibilità di qualche disturbo atlantico, anch’esso piuttosto mite. Una evoluzione in linea con le previsioni stagionali.

Buon inverno e buona neve alle quote superlative dove ancora cade!

Linkografia

Annunci

4 thoughts on “L’inverno da decifrare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...